Glossofobia, quando il dover parlare in pubblico diventa il nostro peggior incubo

Nell’arco della nostra vita, potremmo trovarci nella situazione di dover parlare in pubblico. Che sia a lavoro, scuola, o in diverse situazioni sociali, la reazione a tal evento non è la stessa per tutti. Alcune persone potrebbero provare la cosiddetta “ansia da prestazione” o un leggero nervosismo; altri, invece, una sensazione di vero e proprio panico. In quest’ultimo caso si parla di Glossofobia.

La glossofobia, dal greco glōssa, lingua, e phobos, paura o fobia, al contrario di quanto si crede è molto diffusa. Infatti, molti studi confermano che a soffrirne è il 75% della popolazione mondiale. Vediamo genericamente la varietà dei sintomi fisici, verbali e paraverbali che tale fobia provoca:

  • Ansia intensa;
  • Aumento della pressione sanguigna e della sudorazione;
  • Bocca asciutta e irrigidimento della schiena;
  • Nausea e panico;
  •  Voce tremante e respirazione corta;
  • Parlare troppo velocemente o produrre mormorii durante la conversazione.

Solitamente si pensa che la glossofobia sia legata alla sola paura di avere gli occhi di tutti puntati addosso; in realtà, ciò che più si teme è il fare una brutta figura, di essere derisi o giudicati.

Dulcis in fundo la buona notizia: la glossofobia è curabile. Ovviamente è necessario rivolgersi agli esperti del settore che con gli esercizi più adatti vi porteranno fino alla fine di questo tunnel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *