Assertività: perché è così utile in ambito professionale?

La comunicazione è alla base della nostra vita sociale, ci permette di interagire con gli altri, di trasmettere contenuti e raggiungere i nostri obiettivi. La sua funzione è fondamentale non solo per conoscere il mondo esterno, sviluppando nuove conoscenze, ma ci permette di esprimere anche la nostra personalità. Per farsi capire dagli altri e avere delle relazioni interpersonali soddisfacenti è, dunque, necessario possedere delle buone capacità comunicative.

Fermiamoci a riflettere sul nostro modo di comunicare: siamo aggressivi, assertivi o remissivi?

La risposta giusta sta sempre nel mezzo.

La comunicazione assertiva è un fenomeno molto ampio, ma qui spiegheremo sinteticamente il suo significato e perché sia fondamentale utilizzarla in ambito professionale. Chi comunica in modo assertivo rivela una certa capacità nel trasmettere concetti e pensieri in maniera chiara, precisa, diretta. Questo linguaggio è utile nell’ambito lavorativo, specialmente nelle vendite. Utilizzandolo si è in grado di esporre le proprie idee senza prevaricare gli altri, riuscendo ad ottenere il massimo da ogni conversazione.

È un comportamento che promuove l’uguaglianza nelle relazioni umane, e permette di salvaguardare i propri interessi e diritti rispettando contemporaneamente quelli altrui.

Per portare avanti una trattativa di successo è importante che, oltre ad immedesimarsi nei panni del cliente e a capire i suoi bisogni, si comprendano anche i valori in cui crede, così da poter offrire la soluzione più adatta alle sue esigenze. Infine, se dovessero sorgere delle problematiche durante la trattativa, sarebbe utile essere reattivi proponendo soluzioni alternative.